martedì 27 ottobre 2015

Dall’e-learning alla robotica: al Global Junior Challenge la scuola è digitale

Dalla metodologia BYOD (Bring Your Own Device) alla classe capovolta, tutte esperienze di didattica innovativa interpretate in modo inclusivo, per non lasciare nessuno indietro e nello stesso tempo valorizzare le eccellenze: come il diciottenne che costruisce da solo un videofonino low cost, la classe che mette online una piattaforma di e-learning o gli studenti che fanno animazione robotica tra le corsie di un ospedale pediatrico.

Sono solo alcuni dei 120 progetti finalisti (selezionati tra 413 progetti, arrivati da 42 paesi, dall’Albania all’Uganda) che partecipano alla 7° edizione del Global Junior Challenge, il concorso internazionale di Fondazione Mondo Digitale che premia i migliori progetti per l’uso delle nuove tecnologie informatiche e telematiche a fini educativi.

L’appuntamento è in programma il 28 e 29 ottobre presso l’Istituto comprensivo via dei Consoli al Quadraro, a Roma. Protagonista anche la scuola in cui la tecnologia aiuta a rispondere ai problemi degli studenti con bisogni speciali consentendo a tutta la classe di crescere insieme e più velocemente.


Nessun commento:

Posta un commento